SARNONICO, ALTA VAL DI NON, DOMENICA 16 OTTOBRE 2016.

In una soleggiata e spettacolare giornata autunnale si è corsa la sesta edizione della Ciaminada Nonesa, eco-mezza maratona dell’Alta Val di Non, sull’ormai classicissimo percorso ad anello attraverso i paesi di Fondo, Malosco, Ronzone, Cavareno, Romeno e Sarnonico.

Al mattino una temperatura rigida (di poco sopra agli 0 gradi) ha accolto i concorrenti presso il Centro Sportivo di Sarnonico, dove è posto il ritrovo e la partenza e l’arrivo della corsa. Il sole ha subito riscaldato l’atmosfera e in breve i 150 concorrenti hanno iniziato il riscaldamento in attesa del via.

Alle 9.45 la spunta degli atleti, alle 9.58 anche l’ultimo concorrente si presenta alla partenza. E’ Don Franco Torresani che, a tempo di record, è arrivato sul filo di lana per la partenza, dopo aver celebrato la messa alle ore 9 nella sua parrocchia. Alle 10 è stato ricordato Alessandro Bertagnolli con un minuto di silenzio.

Ore 10.05, partenza ! Il folto gruppo si è subito allungato nell’affrontare il primo strappetto che ha portato i concorrenti sulla ciclabile dei Pradiei in direzione di Fondo. In testa allunga subito Pozza Marco dell’Atletic Club Bolzano e a seguire un gruppetto di una decina di concorrenti. Nei pressi di Fondo l’allungo è stato ricucito dal gruppo con Don Franco Torresani, Rigoni Carlo, Pinamonti Adriano e il giovane diciottenne di Cavareno Larcher Francesco.

Nel canyon Rio Sass e salendo le scalette di fianco alla cascata del Lago Smeraldo tenta l’allungo Don Franco Torresani. Dietro viene marcato stretto da Rigoni e Larcher. Risalendo il sentiero lungo la Roggia di Fondo, in falsopiano, si distende Rigoni, che fa un leggero vuoto. Sulla salita verso la palestra di roccia di Malosco rientra Larcher su Rigoni e a pochi metri Torresani. Nei pressi di Malosco Rigoni ha però nuovamente la testa della corsa e all’inseguimento due coppie: Torresani-Larcher e Pozza-Pinamonti. Più indietro altri atleti di ottimo livello: Stanchina Andrea, Cesaro Andrea, Bolognani Johnny, Nascimbeni Luca.

La corsa attraversa velocemente l’abitato di Ronzone  e giunge a Cavareno, nella parte alta del paese, dove attraversa la bellissima pineta. A questo punto la sgraditissima sorpresa per gli organizzatori. Nel sentiero i nastri sono stati spostati in due punti, con il forte rischio di portare fuori strada gli atleti dal percorso. Fortunatamente è andato tutto al meglio grazie ai due apripista, che in diretta hanno rimesso nella giusta posizione i nastri. Il dispetto subito nel confronto dei volontari e degli atleti che corrono è risultato di pessimo gusto e, speriamo, solo il frutto di una ragazzata.

Alla tennis Halle di Cavareno le posizioni si sono stabilizzate e velocemente si risale verso Romeno lungo la pista ciclabile. Dopo l’ultimo strappo gli atleti si sono immessi nello splendido sentiero della pineta di Romeno, scollinando al Parco della Pace. Gli ultimi tre km molto veloci, immersi nei verdi Pradiei, hanno portato gli atleti al Centro Sportivo di Sarnonico.

Sull’ampio viale del traguardo si è presentato in solitaria Carlo Rigoni (5 Stelle Seregnano) con l’ottimo tempo di 1h18’32”. Per la seconda volta vince la Ciaminada Nonesa (dopo quella vinta nel 2013). Al secondo posto un grandissimo Don Franco Torresani (S.C. Fondisti Alta Val di Non ) in 1h20’01”. Sul terzo gradino del podio, in rimonta, Pozza Marco (Atletic Club BZ) in 1h22’10”. Seguono a pochi secondi l’esperto Adriano Pinamonti (S.C. Fondisti Alta Val di Non) in 1h22’24” e l’outsider di giornata Francesco Larcher (Sci Fondo Val di Sole), in calo negli ultimi km dopo una gara all’attacco, in 1h22’44”.

Chiudono la top ten maschile nell’ordine: il solandro Andrea Stanchina (1h24’06”), Andrea Cesaro (Marathon Club Trento, 1h24’29”), il triatleta Luca Nascimbeni (Sportler Team, 1h24’44”), Johnny Bolognani (G.S. Trilacum, 1h24’52”) e Federico Bertagnolli (1h25’16”).

La gara al femminile è stata vinta con margine dalla favorita di giornata.  Elektra Bonvecchio dell’Atletica Trento ha fermato il cronometro nel grande tempo di 1h30’34”, classificandosi 21° assoluta. Al secondo posto la forte altoatesina di Meltina Landthaler Ingrid (SV Molten Raiffeisen, 1h35’28”) e terza Rossi Tiziana (Asd 9.92 Running, 1h37’32”). Quarta, poco distante, Franchi Giulia (S.C. Fondisti Alta Val di Non, 1h39’13”) e quinta Theiner Petra (Sportclub Merano, 1h39’55”). Chiudono la top ten femminile, nell’ordine: Tenaglia Cristina (S.C. Fondisti Alta Val di Non), Marchesoni Giulia (Atletica Valle di Cembra), Valentini Nicoletta(Atletica Valli di Non e Sole), Gaddo Loredana e Tomè Elena (G.S. Fraveggio).